I.I.S. Il Tagliamento | I.T.Ag. | I.T.I. | I.P.S.C. | I.T.E.T.
Via degli Alpini 1 33097 Spilimbergo | Pn
PEC: pnis00400g@pec.istruzione.it | Cod.Mec. PNIS00400G | Codice univoco ufficio UFID2W
Insegnare la Shoah

PRESENTAZIONE DEL CORSO

CONTESTO

La scuola è chiamata a sollecitare gli allievi ad agire in modo autonomo e responsabile, conoscendo e osservando regole e norme, con particolare riferimento alla Costituzione; a collaborare e partecipare comprendendo i diversi punti di vista delle persone. Per mobilitare queste competenze è necessario creare dei percorsi di lavoro didattico innovativi, calati anche nel contesto storico e sociale del territorio.

PRIORITÀ STRATEGICHE

Arricchire l’offerta formativa di progetti correlati con gli apprendimenti disciplinari e le competenze cross-curricolari.

FINALITÀ E OBIETTIVI

Come insegnare la Shoah agli studenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado suscitando un interesse che non sia solo emotivo? Il corso, articolato in tre lezioni, si pone l'obiettivo di offrire spunti metodologici sia per la trasmissione di contenuti storici, sia per la sensibilizzazione al rispetto e alla tutela dei diritti umani, delle minoranze e delle diversità, attraverso un approccio critico e, ci auguriamo, anche creativo.

DESTINATARI

Docenti e personale ATA dell’IIS “Il Tagliamento”. La partecipazione viene altresì estesa ai docenti e al personale ATA dell’IIS “Torricelli” di Maniago, IIS “Sarpi” e Liceo “Le Filandiere” di San Vito al Tagliamento, dell’Istituto Comprensivo di Spilimbergo e dell’Istituto Comprensivo di Valvasone-Arzene.

TEMPI E CONTENUTI

Giornata di studio – 7 settembre 2018 – per un totale di 6 ore complessive di formazione.

10.30-12.30: Nicoletta Picotti - La Shoah e oltre: un approccio metodologico allo studio Nella prima parte della lezione saranno esposte alcune riflessioni sui concetti di stereotipo e di pregiudizio razziale, evidenziandone l'utilizzo spesso improprio e/o politico, e un'analisi relativa alla genesi dei genocidi etnici e razziali. Nella seconda parte, invece, saranno presentate alcune esperienze metodologiche per un approccio "operativo" allo studio della Shoah con esempi illustrativi.

14.00-16.00: Fabio Verardo - La persecuzione ebraica nei processi del dopoguerra: casi di studio in Friuli Venezia Giulia

La relazione prenderà in esame la persecuzione, la spoliazione dei beni e i crimini commessi contro gli Ebrei durante la Seconda guerra mondiale attraverso l’utilizzo delle fonti giudiziarie della Corte d’Assise straordinaria di Trieste.

16.00 – 18.00: Giorgio Liuzzi – Là ove è memoria: incontri con la storia. Un percorso tra i luoghi della memoria per non dimenticare

In un mondo perennemente declinato al tempo presente, in cui fotografare una persona, un’opera o un evento è considerato più importante che osservare e fruire dello stesso, la visita guidata ai luoghi della memoria può diventare un momento di riflessione personale. La lezione proporrà alcune metodologie didattiche volte a trasformare la visita ai luoghi della Memoria in un'esperienza “pratico-operativa”, in un laboratorio per fare memoria, coinvolgendo direttamente gli studenti nella raccolta e nell'analisi di dati e fonti storiche.

RISORSE UMANE

Gli interventi saranno gestiti:

prof.ssa Nicoletta Picotti – docente del Liceo Caterina Percoto di Udine

dott. Fabio Verardo – Istituto Friulano Storia del Movimento di Liberazione di Udine

dott. Giorgio Liuzzi – Istituto Regionale Storia della Resistenza e dell’Età contemporanea del Friuli Venezia Giulia di Trieste

SEDE E NOTE OPERATIVE

IIS “Il Tagliamento”, via degli Alpini 1, Spilimbergo.

Il corso è gratuito. Al termine verrà rilasciato attestato di partecipazione.

REFERENTI E ISCRIZIONE

Per qualsiasi informazione è possibile contattare il prof. Marco Pelosi 0427/40392

E’ richiesta un’iscrizione entro il giorno 5 settembre 2018 all’indirizzo mail: formazione@isspilimbergo.gov.it


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.