I.I.S. Il Tagliamento | I.T.Ag. | I.T.I. | I.P.S.C. | I.T.E.T.
Via degli Alpini 1 33097 Spilimbergo | Pn
PEC: pnis00400g@pec.istruzione.it | Cod.Mec. PNIS00400G | Codice univoco ufficio UFID2W
:title:

L’Invalsi, nell’intento di fornire informazioni affidabili e utili per la progettazione didattica, restituisce alle scuole, in forma riservata, i dati delle rilevazioni sugli apprendimenti. La lettura di questi dati permette di ottenere importanti informazioni per il miglioramento e il potenziamento dell’offerta formativa e delle pratiche didattiche. I dati restituiti dall’Invalsi riguardano fondamentalmente tre aspetti:

  • l’andamento complessivo dei livelli di apprendimento degli studenti della scuola rispetto alla media dell’Italia, dell’area geografica e della regione di appartenenza e rispetto a scuole simili per condizioni socio-economiche degli alunni
  • l’andamento delle singole classi nelle prove di Italiano e di Matematica nel loro complesso
  • l’andamento della singola classe e del singolo studente analizzato nel dettaglio di ogni singola prova.

La lettura e l’interpretazione delle tavole e dei grafici possono essere quindi sia un utile strumento di diagnosi per migliorare l’offerta formativa all’interno della Scuola, sia un mezzo per individuare aree di eccellenza e di criticità al fine di potenziare e migliorare l’azione didattica. L’accesso ai dati è aperto, per ogni Istituzione scolastica, al Dirigente, al Referente per la Valutazione, al Presidente del Consiglio di Istituto e a tutti i docenti.

Dall’analisi dei dati 2017 si evince che l’effetto scuola[1] dell’Istituto è mediamente in linea con i riferimenti regionali e nazionali, con dei risultati maggiormente apprezzabili nell’area scientifica. L’andamento negli ultimi anni scolastici conferma che le azioni di sostegno e recupero messe in atto nell’area scientifica producono i loro frutti alla fine del primo biennio, in linea con quanto emerso anche dal confronto degli esiti di giugno 2017 con gli anni precedenti. Per tale ragione l’Istituto valuta ogni anno la possibilità di utilizzare parte delle ore del recupero del minutaggio e l’organico potenziato, come già esplicitato nel RAV 2017, per attivare azioni opzionali di recupero indirizzate a quegli allievi che presentano rendimenti non adeguati. Nello stesso tempo l’IIS partecipa ai bandi europei, nazionali, regionali e degli Enti locali per acquisire risorse finanziarie da poter destinare ad azioni volte a incrementare la motivazione verso il lavoro scolastico e l’acquisizione di un metodo di studio efficace. Dai grafici Invalsi si evince inoltre che l’incidenza della variabilità sul risultato complessivo è bassa: ciò indica che i criteri di formazione delle classi sono adeguati a creare situazioni di omogeneità tra e dentro i gruppi-classe

 

[1] Si tratta dell’effetto della scuola sull’apprendimento degli studenti al netto di fattori esogeni sui quali essa non può intervenire, come la preparazione pregressa, lo stato socio economico, il sesso. Tale effetto è un indicatore di efficacia dell’Istituzione.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.