I.I.S. Il Tagliamento | I.T.Ag. | I.T.I. | I.P.S.C. | I.T.E.T.
Via degli Alpini 1 33097 Spilimbergo | Pn
PEC: pnis00400g@pec.istruzione.it | Cod.Mec. PNIS00400G | Codice univoco ufficio UFID2W
:title:

L’Istituto collabora con soggetti esterni, quali gli Enti locali, le aziende agricole dei settori vivaistico, zootecnico e agroalimentare, le aziende industriali meccaniche di precisione e del disegno industriale, le aziende che operano nel settore terziario, le aziende e gli enti operanti nel settore turistico e di gestione dei beni culturali, i liberi professionisti.

L’Istituto Tecnico Agrario ha costituito un’associazione degli ex allievi, che permette di mantenere i contatti e di fornire un orientamento in campo lavorativo. La collaborazione mira a:

▪  valorizzare le molteplici risorse esistenti sul territorio allo scopo di realizzare un progetto educativo ricco e articolato affinché l’offerta formativa non si limiti alle sole attività curricolari e assuma un più ampio ruolo di promozione culturale e sociale

▪  realizzare percorsi di ASL come metodologia  didattica in una prospettiva longitudinale, per offrire occasioni diversificate di apprendimento secondo i criteri di gradualità, progressività e continuità.

L’Istituto pone in essere una serie di contatti e di convenzioni con Enti locali, associazioni di categoria, imprenditori, istituzioni pubbliche e private e più in generale con i “portatori di interesse” che favoriscono una positiva collaborazione tra Scuola e mondo del lavoro, utile a sviluppare la progettazione d’Istituto. Quest’ultimo mantiene inoltre rapporti di stretta collaborazione con il Comune di Spilimbergo e con l’Unione Territoriale Intercomunale “Valli e Dolomiti Friulane”, di cui fanno parte 20 Comuni dell’alto pordenonese. Per favorire l’attuazione dei percorsi di Alternanza scuola lavoro e a supporto delle proprie strategie di orientamento e antidispersione, l’Istituto entra in relazione con associazioni di categoria, organizzazioni sindacali, Camera di Commercio, Industria e Artigianato di Pordenone, Unione Industriali, Enti locali, Centro di Orientamento Regionale (COR), Regione Friuli Venezia Giulia, Unione Europea; opera in collaborazione con società di formazione e consulenza con le quali elabora strumenti metodologici di rilevazione dei fabbisogni, di progettazione e di analisi. A questo proposito l’Istituto, anche attraverso la collaborazione con lo studio Aton, sta predisponendo un sistema di rilevamento dei percorsi e delle tempistiche di inserimento dei suoi diplomati nel mondo del lavoro.

L’Istituto ha in essere dei rapporti di collaborazione con l’Associazione allevatori FVG e con l’ERSA; ha stipulato convenzioni di rete con lo IAL (Innovazione Apprendimento Lavoro FVG), attraverso l’adesione all’Associazione Temporanea per lo svolgimento delle attività connesse ai percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore, e con il CeFAP, attraverso l’adesione all’Associazione Temporanea per lo svolgimento delle attività previste nell’offerta progettuale “Post diploma nell’Area Agroalimentare”; ha instaurato un rapporto di collaborazione con il Dipartimento di Studi Umanisti e del Patrimonio Culturale dell’Università di Udine. L’Istituto partecipa inoltre come membro effettivo alla Rete delle Scuole Agrarie e Forestali del Triveneto. In corso di definizione vi sono inoltre le convenzioni con la Coop 4.0, con Italia Nostra e con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVe).

Per quanto attiene le attività di Alternanza scuola lavoro (ASL), esse sono decise, pianificate e valutate dai Dipartimenti e dai Consigli di classe (CCL), che fanno riferimento non solo alle discipline, ai percorsi multidisciplinari, ma anche alle opportunità offerte dal territorio.

Nello specifico, le modalità con cui l’IIS organizza l’esperienza di stage sono gestite attraverso un’istruzione operativa del SGQ. All’inizio di ciascun anno scolastico, il DS nomina una Commissione ad hoc di cui fanno parte docenti dei tre indirizzi, che si occupa di tutti gli aspetti didattici e organizzativi del percorso di ASL. La Commissione (o uno o più membri da essa incaricati) esamina la relazione relativa agli stage dell’anno scolastico precedente, si consulta con il DS, gli insegnanti e il personale amministrativo normalmente coinvolti nella gestione e realizzazione degli stage. Provvede ad apportare eventuali modifiche all’organizzazione dei percorsi di ASL da inserire nel PTOF e alla redazione di tutta la documentazione prevista per l’organizzazione degli stage. Dopo l’approvazione delle attività di stage da parte del CD e dei CCL, la verifica della copertura finanziaria da parte del DSGA e l’adozione da parte del Consiglio d’Istituto (CI), la Commissione (o uno o più membri da essa incaricati), insieme ai tutor scolastici, illustra agli studenti le procedure necessarie alla realizzazione delle attività.

Nel corso dell’anno la Commissione avrà cura di tenere aggiornato l’archivio delle aziende qualificate disponibili a ospitare gli studenti, verificando che siano dotate di Documento Programmatico per la Sicurezza con sezione specifica per l’attività di ASL. Nell’archivio sono inserite:

▪  aziende che in passato hanno già ospitato in stage studenti dell’Istituto e che si sono dimostrate adatte al tipo di attività

▪  aziende contattate e segnalate da insegnanti dell’Istituto

▪  aziende segnalate da enti esterni qualificati e con cui l’Istituto collabora

▪  aziende contattate e segnalate dagli studenti in base ai propri interessi e alle proprie possibilità di trasferimento (in questo caso l’affidabilità e la disponibilità del personale dell’azienda a seguire un tirocinante devono essere verificate dall’insegnante che fa da tutor)

▪  aziende che si sono rese disponibili a ospitare studenti per le attività di Alternanza scuola lavoro.

La Commissione, con il tutor interno, abbina lo studente a un’azienda, anche tenendo conto della residenza e delle sue possibilità di spostamento sul territorio.

L’insegnante tutor, durante lo stage, tiene i contatti con l’azienda ospitante e si accerta, recandosi presso l’azienda, che tutto si svolga secondo le modalità previste dal progetto formativo.

Per incrementare le competenze dei docenti riguardo ai percorsi di ASL e al fine di predisporre la documentazione di riferimento necessaria ad una corretta, puntuale e ordinata organizzazione delle varie fasi dell’attività, si è provveduto ad organizzare un corso formativo sulle attività di ASL in collaborazione con lo Studio Accorsi. Per la gestione dell’attività di ASL e dei dati ad essa connessi, l’Istituto si è infine dotato del pacchetto “Scuola & Territorio” della Spaggiari.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.