I.I.S. Il Tagliamento | I.T.Ag. | I.T.I. | I.P.S.C. | I.T.E.T.
Via degli Alpini 1 33097 Spilimbergo | Pn
PEC: pnis00400g@pec.istruzione.it | Cod.Mec. PNIS00400G | Codice univoco ufficio UFID2W
:title:

Breve storia dell’Istituto

 

1963

Sorge a Spilimbergo l’Istituto Professionale per il Commercio “Prima scuola superiore” del

Mandamento scolastico di Maniago–Spilimbergo, prima quale sede staccata dell’IPSC “B.

Stringher” di Udine, poi come sede staccata dell’IPSC “Flora” di Pordenone.

1968

L’Istituto Tecnico Industriale nasce come sezione staccata dell’ITI “Kennedy” di Pordenone. Nel

1994 il corso si completa con l’istituzione del Triennio di specializzazione meccanica.

1976

Prende vita l’Istituto Tecnico Agrario, quale sezione staccata dell’ITAg di Conegliano (TV)

1980

L’Istituto di Spilimbergo diventa autonomo

1982

L’Istituto si trasferisce nella nuova Sede in Via degli Alpini.

1995

L’Agrario e l’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali si uniscono in una direzione e

amministrazione comuni.

1997

Anche l’Istituto Tecnico Industriale si collega ai due Istituti superiori spilimberghesi costituendo

così il Polo degli Istituti Superiori del distretto scolastico di Maniago e Spilimbergo.

2000

Con Decreto ministeriale il Polo di Spilimbergo diventa Istituto d’Istruzione Superiore con

sezioni associate ITAg – ITI – IPSC.

2013

A seguito di un sondaggio tra tutte le componenti dell’Istituto e dopo l’approvazione del

Collegio docenti e del Consiglio d’Istituto, la Scuola, con Decreto prot. n. 10313/U dell’Ufficio

territoriale VI - USR del Friuli Venezia Giulia, viene intitolata al grande fiume alpino “Il

Tagliamento”.

2016

L’Azienda agraria dell’IIS “Il Tagliamento” di Spilimbergo ottiene la qualifica di Fattoria

didattica e sociale con Decreto del Direttore Generale dell’ERSA n. 31 del 07.03.2016 e,

successivamente, sempre con Decreto del Direttore Generale n. 614 del 23.12.2016, l’Azienda

viene inserita nell’Elenco regionale degli operatori dell’agricoltura biologica del Friuli Venezia

Giulia.

2017

Viene attivato l’Indirizzo Tecnico Turistico.

 

Il contesto territoriale: i rapporti con le imprese e il territorio

Il territorio su cui insiste l’Istituzione scolastica è quello della pedemontana pordenonese. L’IIS

partecipa a numerose reti di Istituzioni scolastiche su specifici progetti e intesse da anni

relazioni stabili con una pluralità di soggetti - aziende, liberi professionisti, associazioni

di categoria, enti pubblici e privati, università - in ragione degli indirizzi di studio e

dell’esteso bacino di utenza dell’Istituto agrario.

Le realtà economiche e istituzionali con cui la Scuola interagisce maggiormente per la

progettualità sono rispettivamente:

▪ ITAg: cantine, vivai (barbatella), strutture zootecniche per la produzione, aziende di

trasformazione dei prodotti e alcune piccole realtà divenute presidio slow food, consorzi

di bonifica, enti territoriali, laboratori

▪ ITI: aziende del settore metalmeccanico situate prevalentemente nelle Province di

Pordenone e di Udine

▪ ITET: aziende ed enti operanti nel settore turistico e di gestione dei beni culturali, UTI,

Comune di Spilimbergo, Dipartimento di Studi Umanistici e del Patrimonio Culturale

dell’Università di Udine, altri enti.

▪ IPSC: imprese del terziario presenti nei centri maggiori e minori del territorio da cui

provengono gli allievi, con le quali l’Istituzione intesse relazioni anche per attività di

Alternanza scuola lavoro (ASL).

La costituzione dell’Unione Territoriale Intercomunale “Valli e Dolomiti friulane”, ai sensi della

LR 26/2014, ha reso possibile una proficua collaborazione per la stesura del “Piano strategico

di sviluppo dell’Unione”, benché la Scuola insista sul territorio del Comune di Spilimbergo che

non fa parte dell’UTI suddetta. L’Istituto ha contribuito a stilare il Piano dell’Unione finalizzato a

migliorare la qualità della vita attraverso l’innovazione e la crescita economica, basate sulle

tradizioni artigianali, industriali, agricole e sulle potenzialità turistiche, nel rispetto e nella

valorizzazione dell’ambiente.

Con l’emanazione del Piano regionale per il turismo 2014/2018, si è evidenziata la necessità di

una pianificazione strategica per l’intero territorio e per il complessivo settore turistico della

Regione FVG, in una logica di sistema che consenta di unire turismo ad agroalimentare,

cultura, trasporti, artigianato e industria.

L’IIS, per le peculiarità dei suoi percorsi di studio, ha proposto di trasformare l’indirizzo

Professionale in Tecnico Turistico per completare l’offerta formativa e dare risposte coordinate

al territorio e al Piano regionale per il turismo.

Il Tecnico Agrario, l’Industriale e il Turistico lavorano in sinergia per promuovere le peculiarità

e le risorse del territorio, l’amore per la vita all’aria aperta, il rispetto per l’ambiente, la

protezione dei suoli e delle strutture paesaggistiche, la valorizzazione degli insediamenti e della

vita rurale, l’impegno per una cultura dell’energia attenta alla sicurezza e la conoscenza e

tutela del patrimonio culturale storico artistico.

La Scuola collabora inoltre con una rete di Enti locali, con capofila il Comune di Spilimbergo,

per una progettazione condivisa a valere sul PSR.

 

Il contesto interno

L’IIS offre quattro indirizzi: Agrario, Industriale, Professionale per il Commercio (in

esaurimento nell’a.s. 2020/2021) e, dall’a.s. 2017/2018, Turistico.

Il bacino di utenza varia a seconda dell’indirizzo di studio: gli studenti dell’Agrario

provengono da oltre 60 Comuni delle Province di Pordenone, Udine, Treviso e Venezia;

per l’indirizzo Industriale, per il Commerciale e per il Turistico il bacino è quello della

pedemontana pordenonese.

La collocazione della Scuola in una piccola cittadina e le sue dimensioni consentono

una maggiore attenzione ai bisogni dell’utenza e rendono i rapporti scuola-famiglia più

rispondenti alle richieste sia per tempistica sia per frequenza.

 

Gli indirizzi dell’Istituto

Il Polo Tecnico Scolastico Superiore di Spilimbergo offre quattro diverse specializzazioni

relative ai settori:

Agricoltura

Industria

Turismo

Commercio

A seguito della Riforma dell’Istruzione superiore, che ha posto particolare attenzione

all’istruzione tecnica, all’interno dell’Istituto sono previsti i seguenti indirizzi:

Indirizzo Agraria, Agroalimentare e Agroindustria:

Agraria Agroalimentare, articolazione “Produzioni e Trasformazioni”

Agraria Agroalimentare, articolazione “Gestione dell’ambiente e del territorio”

Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia:

Meccanica, Meccatronica ed Energia, articolazione “Meccanica e meccatronica”

Meccanica, Meccatronica ed Energia, articolazione “Energia”

Indirizzo Turistico:

Tecnico Turistico

Indirizzo Commerciale:

Professionale per i Servizi Commerciali

Fondamentale è l’interazione con la realtà imprenditoriale al fine di garantire agli studenti

momenti di formazione e contatti diretti con il mondo del lavoro sia durante il corso di studi in

Alternanza scuola lavoro, sia favorendo l’inserimento occupazionale post-diploma.

 

L’Azienda agraria

La presenza dell’Azienda agraria favorisce lo sviluppo di percorsi per l’inclusione sociale e offre

l’opportunità di progetti interdisciplinari, integrati fra i quattro indirizzi, che alla base hanno

lo stesso background.

L’Azienda agraria dell’IIS “Il Tagliamento” di Spilimbergo ha ottenuto il riconoscimento

della qualifica di Fattoria didattica e sociale con Decreto del Direttore Generale dell’ERSA n.

31 del 07.03.2016. Con Decreto n. 614 del 23.12.2016 del direttore del Servizio

Promozione, statistica agraria e marketing, l’Azienda è stata iscritta nell’Elenco regionale

degli operatori dell’agricoltura biologica del FVG, sezione Produttori al numero 9661 M. Con

successivo decreto di Concessione 1072/Fin. del 06.04.2017 è subentrata alla Provincia di

Pordenone nell’utilizzo di circa 7,5 ha per attività agricole.

Ha in essere una convenzione con l’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n.5 “Friuli

Occidentale”, atta a creare in maniera stabile presso l’Istituto un’Unità Educativa Territoriale –

UET. Collegato all’Azienda è presente un laboratorio socio occupazionale finalizzato

all’inserimento lavorativo di persone con disabilità. Si tratta di un progetto rivolto ai

ragazzi disabili che frequentano la scuola e ai giovani seguiti dall’AAS n.5 “Friuli

occidentale” con l’obiettivo di promuovere il benessere psico-fisico e sociale delle persone

con disabilità e diffondere una cultura condivisa sempre più rispettosa delle loro richieste e

potenzialità; nonché di ampliare la rete territoriale di soggetti coinvolti nell’agricoltura

sociale, per favorire ulteriori processi di presa in carico comunitaria.

 

Laboratori, aule speciali, locali vari

L’IIS “Il Tagliamento” di Spilimbergo si sviluppa su due strutture scolastiche: la principale è

stata realizzata con finanziamenti degli USA all’indomani del terremoto del 1976 ed ospita

prevalentemente l’ITAG, mentre la sede coordinata, inaugurata nel 2001, ospita ITI, ITET e

IPSC.

Aule speciali:

Aule dotate di LIM o di Sistemi di proiezione

Aula audiovisivi

Aula attrezzata per studenti disabili

Biblioteca e videoteca

Palestre 1 e 2

Laboratori:

Laboratori di chimica 1 e 2

Laboratorio di scienze

Laboratorio di meristematica

Laboratorio di sistemi

Laboratorio di disegno

Laboratorio CAD

Laboratorio di fisica

Laboratori di informatica 1, 2, 3

Laboratorio di lingue

Laboratorio di produzioni vegetali

Laboratorio di produzioni animali

Laboratorio sensoriale

Laboratorio di meccanica

Azienda agraria

 

Principi fondamentali

L’Istituto si ispira ai seguenti principi fondamentali:

promuovere l’educazione alla cittadinanza attiva e consapevole, all’ambiente, allasalute, alla pace e alla tolleranza

differenziare la proposta formativa, rendendola proporzionale alle difficoltà e alle esigenze di ciascuno: a tutti gli alunni viene offerta la possibilità di sviluppare al megliole proprie potenzialità

valorizzare le molteplici risorse esistenti sul territorio (Enti locali, associazioni culturali e professionali, società sportive, gruppi di volontariato, ma anche organismi privati) allo scopo di realizzare un progetto educativo ricco e articolato affinché l’offerta formativa non si limiti alle sole attività curricolari e assuma un più ampio ruolo di promozione culturale e sociale

garantire l’accoglienza in ingresso a tutti gli studenti iscritti alla classe prima, con particolare attenzione all’inserimento degli allievi con disturbi specifici dell’apprendimento, bisogni educativi speciali e disabili, che necessitano di un percorso individualizzato e/o personalizzato

favorire il successo formativo mediante attività di supporto didattico-culturale anche al fine di colmare eventuali lacune; mettendo a disposizione materiale e spazi scolastici per lo sviluppo delle potenzialità individuali, per l’autoapprendimento e per il recupero delle competenze, con particolare attenzione alla personalizzazione dei percorsi per gli allievi con DSA.

Da ciò discendono i criteri generali ai quali l’Istituto si attiene nella concreta organizzazione del servizio, per guidare gli studenti a maturare le seguenti competenze di cittadinanza:

imparare ad imparare: acquisire un proprio efficace metodo di studio e di lavoro per orientarsi nelle scelte scolastiche e professionali

progettare: saper utilizzare le conoscenze apprese per darsi obiettivi significativi e realistici, sapendo individuare priorità, valutare i vincoli e le possibilità esistenti, definire strategie di azione, fare progetti e verificarne i risultati

comunicare: comprendere messaggi di genere e di complessità diversi nelle varie forme comunicative e saper comunicare in modo efficace, utilizzando i diversi linguaggi

collaborare e partecipare: saper interagire con gli altri, comprendendone i diversi punti di vista, imparando ad affrontare la conflittualità, per contribuire all’apprendimento comune e alla realizzazione delle attività collettive

agire in modo autonomo e responsabile: saper riconoscere il valore delle regole e della responsabilità personale, per inserirsi in modo attivo e consapevole nella vita sociale, far valere i propri diritti e bisogni, nel rispetto di quelli altrui

risolvere problemi: saper affrontare situazioni problematiche e saper contribuire a risolverle attraverso un uso consapevole delle proprie risorse e potenzialità

individuare collegamenti e relazioni: possedere strumenti che permettano di affrontare la complessità della società globale e di creare correlazioni tra i diversi ambiti disciplinari

acquisire e interpretare l’informazione: acquisire e interpretare criticamente l’informazione ricevuta, valutandone l’attendibilità e l’utilità, distinguendo fatti e opinioni.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.